Documentazione e FAQ

Domande frequenti

Quanto tempo ci vuole per ritornare a praticare sport dopo un intervento di ricostruzione legamento crociato anteriore con semitendinoso triplicato?
In genere, per questo tipo di intervento, è ragionevole ritornare all’attività sportiva (calcio, basket, rugby) circa 8-9 mesi dopo l’intervento. Per attività sportive a livello amatoriale, che non inplichino importanti rotazioni del ginocchio, il ritorno alla pratica è già possibile dopo il 4° mese dall’intervento.

Quanto è lunga la cicatrice?
In generale se si ricostruisce il legamento crociato anteriore con tendine semitendinoso triplicato la cicatrice è più corta, ed è circa 3 entimetri. l’utilizzo del tendine rotuleo prevede la cicatrice anteriore che è lunga circa 8-10 centimetri.

Quanto tempo devo rimanere senza poter andare a lavorare dopo l’intervento di ricostruzione del legamento crociato anteriore?
Dipende dal lavoro svolto: un lavoro sedentario in ufficio può essere ripreso dopo 7-10 giorni.

Quanto tempo dura l’operazione e quanti giorni di degenza sono necessari in ospedale? 
La durata dell’intervento dipende da numerose variabili.
In generale il tempo medio di degenza in ospedale è di circa 2 giorni. Il paziente può caricare la gamba operata e camminare con le stampelle già dal 1° giorno.

Se non mi opero cosa succede?
L’instabilità del ginocchio dovuta all’assenza del legamento crociato anteriore provoca una rapida artrosi dovuta alla facilità con cui si verificano le frequenti distorsioni.

Dopo quanto tempo posso guidare la macchina? 
In generale si riprende la guida tra il primo ed il secondo mese post-operatorio. Con la macchina con cambio automatico e la gamba operata è sinistra, la guida non crea i problemi.

Posso fare una doccia dopo l’intervento?
L’igiene personale è fondamentale, prima e dopo, per ridurre al minimo le infezioni: tuttavia è necessario proteggere le cicatrice per 15-20 giorni con un cerotto senza bagnare la zona operata.

Dopo quanto tempo si tolgono i punti?
In generale i punti di sutura sono intradermici che si assorbono dopo qualche mese senza rimozione.

L’intervento è doloroso?
No: negli ultimi anni sono stati fatti passi da gigante nella terapia del dolore. L’anestesista può proporre diverse soluzioni antalgiche.

Documenti:

File pdf che descrivono la tecnica operatoria del dr. Di Feo in varie lingue e i protocolli postoperatori, utili per i pazienti e non:

Presentazioni:

Aalcune conferenze del Dr. Fabrizio Di Feo:

Per contattarci

Clicca qui

I miei video