Perché facciamo un intervento di ricostruzione del legamento crociato anteriore (LCA)?

Per ripristinarne la funzione all’interno del ginocchio?

Probabilmente e parzialmente sì.

Noi sappiamo che un ginocchio che ha il legamento crociato anteriore rotto non riesce a sopportare passivamente la traslazione anteriore e in parte la rotazione esterna del piatto tibiale.

Questo provoca delle sensazioni di cedimento del ginocchio e un movimento della tibia fuori centro di 2-8 mm anteriormente quando il quadricipite va in trazione.

Nel lungo periodo queste due anomalie provocano la rottura del menisco interno ed il consumo delle cartilagini causando l’artrosi del ginocchio con dolore e tumefazioni prima saltuari e poi continui.

Il miglior intervento fatto dal migliore ortopedico nella ricostruzione del crociato anteriore su un ginocchio che abbia avuto una lesione isolata del solo crociato probabilmente evita l’artrosi e garantisce una vita del ginocchio apparentemente normale.

Dal punto di vista bio-meccanico un buon neo-lca vicaria la funzione del legamento crociato originario ma non la sostituirà mai completamente.

Numerosi studi bio-meccanici ci dicono questo …

Tuttavia chi ha un crociato ben ricostruito riprende una attività sportiva ad alto livello nello sport di contatto per moltissimi anni.

Differente è la sorte di chi ha lesioni associate come meniscali o cartilaginee.

In questo caso l’artrosi comincia automaticamente e dopo 10 anni dalla ricostruzione per chi ha fatto dell’attività sportiva comincia qualche fastidio.

Ovviamente quanto maggiore è l’attività sportiva e quanto maggiore è il danno iniziale tanto di più grave sarà l’artrosi.

Una statistica confortante:

Circa il 90 % dei pazienti da me operati di ricostruzione del legamento crociato anteriore giocano ancora a calcio 10 anni dopo.